Commercio al dettaglio in sede fissa (medie strutture)

Definizione: 
È commerciante quel soggetto (persona fisica o società) che esercita un'attività economica consistente nell'acquisto di merci allo scopo di rivenderle. Pertanto il commerciante è una figura di operatore economico nettamente distinta dall'industriale e dall'artigiano, i quali acquistano merci non per rivenderle ma per trasformarle in nuovi prodotti. Naturalmente se l'industriale e l'artigiano vendono anche articoli da essi non prodotti, sono soggetti alla disciplina del commercio.

È commercio al dettaglio quello esercitato da chi acquista merci e le rivende direttamente al consumatore finale, cioè al pubblico in generale

Sono medie strutture di vendita:

  • gli esercizi che hanno una superficie di vendita compresa fra i 151 m2 e i 1500 m2 per i comuni al dì sotto dei 10.000 abitanti
  • gli esercizi che hanno una superficie di vendita compresa fra i 250 m2 e i 2500m2 per i comuni al dì sopra dei 10.000 abitanti

Ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale 04/07/2007, n. 8/5054, la superficie di vendita di un esercizio commerciale è l’area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili con esclusione della superficie destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi, aree a disposizione dei consumatori (quali gallerie, scale mobili, ascensori, nastri trasportatori, aree di sosta degli automezzi, anche se coperte ed i relativi corselli di manovra). L’area di vendita del singolo esercizio commerciale è circoscritta, separata e distinta da quella degli eventuali altri esercizi commerciali, anche se contigui.

La superficie di vendita di merci ingombranti, non facilmente amovibili ed a consegna differita (mobilifici, concessionarie di automobili e di altri veicoli a motore, rivendite di legnami, materiali edili, tipologie simili alle precedenti) è calcolata in misura di 1/8 della superficie lorda di pavimentazione. In tali esercizi non possono essere introdotte o vendute merci diverse da quelle aventi le caratteristiche tassativamente indicate per l’intera ed effettiva superficie di vendita. 

L'esercizio dell'attività è subordinato all'ottenimento di apposita autorizzazione rilasciata dal SUAP sulla base degli atti di programmazione territoriale (criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture) e sulla base delle disposizioni regionali ai sensi dell'articolo 8 del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114. 

Ai soli fini della valutazione della domanda di autorizzazione, la superficie di vendita delle medie e grandi strutture che presentano una superficie lorda di pavimentazione superiore al doppio della superficie di vendita oggetto di richiesta di autorizzazione, viene incrementata di una quantità pari al 50% della superficie lorda di pavimentazione eccedente il predetto rapporto.

Sono soggetti ad autorizzazione anche il trasferimento dell'attività, l'ampliamento della superficie e l'estensione del settore merceologico e fino ai limiti consentiti dal Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114.

Requisiti soggettivi

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia.

Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico non alimentare è necessario essere in possesso dei soli requisiti soggettivi morali. Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico alimentare, oltre ai requisiti soggettivi morali sopra citati, è necessario essere in possesso anche dei requisiti soggettivi professionali.

Requisiti strutturali

L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto dell'istanza e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).

Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico alimentare è inoltre necessario rispettare i requisiti definiti dalla normativa vigente in merito all'igiene dei prodotti stoccati, prodotti e venduti.

Esercizio dell'attività di commercio all'ingrosso e al minuto nella stessa struttura

Ai sensi dell'articolo 26 del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114, nel caso di esercizio promiscuo nello stesso locale dell’attività di vendita all’ingrosso e al dettaglio, l’intera superficie di vendita è presa in considerazione ai fini dell’applicazione di entrambe le discipline per le due tipologie di attività.

 

Normativa di riferimento: 
  • D.L.vo 114/1998
  • Legge regionale 2 febbraio 2010 n° 6
  • D.Lgs. 59/2010
  • Criteri Comunali per il rilascio di autorizzazioni commerciali per medie strutture di vendita
  • DPR 06.04.01 n. 218
Procedure: 

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività

Note: La SCIA - Modello A, l'autocertificazione dei requisiti morali e professionali e la  ricevuta di pagamento per i diritti sanitari dell'ASL vanno allegati alla documentazione in caso di  commercio nel settore merceologico alimentare. Nel caso in cui sia richiesta, la documentazione relativa alla SCIA - Modello A e la ricevuta di pagamento per i diritti sanitari dell'ASL può essere presentata anche dopo la presentazione di suddetta domanda di autorizzazione ma, in ogni caso, obbligatoriamente, prima dell'inizio dell'attività.

Modulo: 
  • Modello COM2 - Esercizi di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita - domanda di autorizzazione
Allegati: 
  • Autocertificazione dei requisiti morali e professionali
  • Descrizione delle caratteristiche dell'iniziativa
  • Modello A - Segnalazione certificata inizio/modifica attività (SCIA)
  • Cartografia con indicazione della collocazione dell'initziativa sulla viabilità e documentazione delle prescrizioni urbanistiche influenti sull'area interessata
  • Valutazione dei flussi di traffico
  • Analisi costi/benefici dell'iniziativa
  • Indicazione della superficie in relazione al terreno disponibile, alla superficie coperta complessiva e al parcheggio di pertinenza
  • indicazione di eventuali esercizi commerciali già operanti trasferiti ed occupati nella nuova struttura
  • Verifica delle dotazioni di stantard rispetto al vigente PGT
  • Bozza di convenzione da stipulare con il Comune per la regolazione delle compensazioni ambientali
  • Ricevuta di pagamento diritti sanitari all'ASL
  • Ricevuta di pagamento diritti di istruttoria

Variazione dell'attività

La SCIA - Modello B, l'autocertificazione dei requisiti morali e professionali e la  ricevuta di pagamento per i diritti sanitari dell'ASL vanno allegati alla documentazione in caso di  commercio nel settore merceologico alimentare.

L'autocertificazione dei requisiti morali e professionali va allegata alla documentazione in caso di variazione di almeno un soggetto titolare dei requisiti.

La copia dell'atto notarile va allegata alla documentazione in caso di subingresso per i casi previsti.

Modulo: 
  • Modello COM3 - Esercizi di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita - comunicazione
Allegati: 
  • Autocertificazione dei requisiti morali e professionali
  • Cessione dell'attività, copia dell'atto notarile
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva
  • Ricevuta di pagamento diritti sanitari all'ASL
 
Cessazione dell'attività

La SCIA - Modello B va allegata alla documentazione in caso di  commercio nel settore merceologico alimentare.

Modulo: 
  • Modello COM3 - Esercizi di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita - comunicazione
Allegati: 
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva

 

Modulistica: 
AllegatoDimensione
PDF icon COM 2.pdf46.91 KB
PDF icon COM 3.pdf37.87 KB
PDF icon ModelloA.pdf501.41 KB
PDF icon ModelloB.pdf500.87 KB
PDF icon Scheda1.pdf471.8 KB
PDF icon Scheda2.pdf321.97 KB
PDF icon Comunicazione vendite liquidazione.pdf37.18 KB
PDF icon Comunicazione vendite sottocosto.pdf43.06 KB
Data Aggiornamento: 
05/02/2013

© 2013 Comune di Gambolò - Realizzazione sito: Servizio Affari Generali
Mappa del Sito | Accesso Utente | Note Legali

Powered by