Distributori Automatici

Definizione: 

Il distributore automatico è un macchinario che eroga prodotti selezionati dall'utente previo il pagamento dello stesso indicato sul distributore.

Le vendite per corrispondenza, tramite televisione o altri sistemi di comunicazione, la vendita diretta al domicilio dei consumatori e il commercio elettronico rappresentano forme speciali di commercio al dettaglio.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

L'esercizio dell'attività è subordinato alla presentazione di SCIA - Modello A al SUAP ai sensi dell'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241 da parte del gestore del distributore.

Ai sensi dell'articolo 17 del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114, la vendita mediante apparecchi automatici effettuata in apposito locale ad essa adibito in modo esclusivo, è soggetta alle medesime disposizioni concernenti l'apertura di un esercizio di vicinato.

Ai sensi dell'articolo 73 della Legge Regionale 02/02/2010, n. 6, l'installazione di distributori automatici per la somministrazione di alimenti e bevande in locali esclusivamente adibiti a tale attività è soggetta alle disposizioni concernenti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in aree non soggette a programmazione territoriale o in aree soggette a programmazione territoriale a seconda del luogo di installazione.

Requisiti soggettivi

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia.

Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico non alimentare è necessario essere in possesso dei soli requisiti soggettivi morali. Per esercitare l'attività di vendita al dettaglio di prodotti inerenti il settore merceologico alimentare, oltre ai requisiti soggettivi morali sopra citati, è necessario essere in possesso anche dei requisiti soggettivi professionali.

In caso di distributori automatici per la somministrazione di alimenti e bevande, le successive attivazioni e cessazioni devono essere comunicate con cadenza semestrale alla ASL del Comune nel quale hanno luogo le attivazioni e cessazioni degli stessi.

Procedure: 

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività

La SCIA - Modello A deve essere presentata dal gestore del distributore

La ricevuta di pagamento per i diritti sanitari dell'ASL va allegata alla documentazione in caso di commercio nel settore merceologico alimentare.

Modulo: 
  • Modello A - Segnalazione certificata inizio/modifica attività (SCIA)
Allegati: 

Variazione dell'attitività

La SCIA - Modello B deve essere presentata dal gestore del distributore

La ricevuta di pagamento per i diritti sanitari dell'ASL va allegata alla documentazione in caso di commercio nel settore merceologico alimentare.

La Scheda 2 va allegata alla documentazione in caso di variazione di almeno un soggetto titolare dei requisiti.

La copia dell'atto notarile va allegata alla documentazione in caso di subingresso per i casi previsti.

Modulo: 
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva
Allegati: 

Cessazione dell'attività

La SCIA - Modello B deve essere presentata dal gestore del distributore

Modulo: 
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva

 

Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon ModelloA.pdf501.41 KB
PDF icon ModelloB.pdf500.87 KB
PDF icon Scheda2.pdf321.97 KB
Data Aggiornamento: 
05/02/2013

© 2013 Comune di Gambolò - Realizzazione sito: Servizio Affari Generali
Mappa del Sito | Accesso Utente | Note Legali

Powered by