Strutture ricettive alberghiere

Definizione: 

Sono aziende alberghiere le strutture ricettive che forniscono al pubblico, con gestione unitaria, alloggio in almeno sette camere o appartamenti, con o senza servizio autonomo di cucina, ed altri servizi accessori per il soggiorno, compresi eventuali servizi di bar e ristorante.

Le aziende alberghiere si distinguono in:

  • alberghi quando offrono alloggio prevalentemente in camere;
  • residenze turistico alberghiere quando offrono alloggio in appartamenti costituiti da uno o più locali, dotati di servizio autonomo di cucina.

L’appartenenza all’una o all’altra tipologia è determinata dalla prevalenza di camere (albergo) o appartamenti (residenze turistico alberghiere), fermo restando che per le residenze turistico alberghiere la durata del periodo di permanenza non può essere inferiore a sette giorni.

Gli alberghi possono distinguersi altresì nelle tipologie ed assumere le denominazioni:

  • motel: albergo che fornisce il servizio di autorimessa, con box o parcheggio, per tanti posti macchina o imbarcazione quante sono le camere o suites degli ospiti maggiorate del 10%, nonchè i servizi di ristorante o tavola calsa o fressa e di bar. Esso devi fornire inoltre i servizi di assistenza ai turisti motorizzati e di rifornimento carburante anche mediante apposite convenzioni con operatori situati nelle vicinanze dell'esercizio.
  • villaggio albergo: albergo caratterizzato dalla centralizzazione dei servizi in funzione di più stabili facenti parte di uno stesso complesso inserito in area attrezzata per il soggiorno e lo svago degli ospiti.
  • albergo mublè o garnì: albergo che fornisce solo il servizio di alloggio, normalmente con prima colazione e bar, senza ristorante.
  • albergo-dimora storica: albergo la cui attività si svolge in immobile di pregio storico o monumentale, con struttura e servizi minimi della classe tre stelle.
  • albergo-centro benessere: albergo dotato di impianti e attrezzature adeguati per fornire agli ospiti servizi specializzati per il relax, il benessere e la rigenerazione fisica, con struttura e servizi minimi della classe tre stelle.

In alternativa alla indicazione albergo può essere usata l'indicazione "hotel" o, limitatamente agli alberghi contrassegnati con quattro o cinque stelle "grand hotel" o "grande albergo".

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

L'esercizio dell'attività è subordinato alla presentazione di SCIA - Modello A al SUAP ai sensi dell'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241.

Requisiti soggettivi

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia e dei requisiti soggettivi morali.

Classificazione struttura ricettiva

Preliminarmente alla presentazione di SCIA - Modello A è necessario presentare richiesta di classificazione ai sensi dell'articolo 26 della Legge Regionale 13/04/2001, n. 7. La classificazione è attribuita dalla Provincia entro 60 giorni dalla data di presentazione della richiesta stessa, decorsi quali opera l'istituto del silenzio-assenso. La classificazione è valida per cinque anni e successivamente viene confermata o modificata sulla base di una verifica della documentazione prodotta.La classificazione delle aziende ricettive ha validità per un quinquennio.

Ai sensi dell'articolo 24 della Legge Regionale 16/07/2007, n. 15, gli alberghi sono classificati in cinque classi contrassegnate in ordine decrescente da cinque, quattro, tre, due e una stella. Gli alberghi contrassegnati da cinque stelle assumono la denominazione aggiuntiva "lusso" quando sono in possesso di eccezionali requisiti di qualità tipici degli esercizi di classe internazionale. Le residenze turistico alberghiere sono classificate in tre classi contrassegnate in ordine decrescente da quattro, tre e due stelle.

Requisiti strutturali

L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto della segnalazione e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).

L'allegato A e l'Allegato B del Regolamento Regionale 07/12/2009, n. 5 stabiliscono infine gli standard qualitativi obbligatori minimi per le strutture ricettive alberghiere.

L'Allegato C del Regolamento Regionale 07/12/2009, n. 5 stabilisce invece gli standard qualitativi obbligatori minimi per la classificazione delle residenze turistico alberghiere.

Rischio incendio

Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 01/08/2011, n. 151, l'attività non è soggetta a rischio incendio in caso di numero di posti letto non superiore a 25. In caso contrario è necessario invece essere in possesso di documentazione relativa al rischio incendio rilasciata dai Vigili del Fuoco e rispettare quindi la normativa vigente in materia.

Somministrazione di alimenti e bevande

In caso di esercizio dell'attività svolta congiuntamente all'attività di somministrazione di alimenti e bevande (da effettuarsi limitatamente alle persone alloggiate), è necessario presentare SCIA - Modello A per somministrazione svolta congiuntamente ad altre attività. Per esercitare l'attività è quindi necessario rispettare i requisiti definiti dalla normativa vigente in merito all'igiene dei prodotti stoccati, prodotti e venduti.

Vendita di oggetti, alimenti e bevande

Le strutture ricettive possono vendere o comunque cedere alla clientela oggetti, alimenti e bevande. In questo caso è necessario presentare anche SCIA - Modello A per esercizio di vicinato.

Normativa di riferimento: 
  • L.R. 15/2007
Procedure: 

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività

Modulo: 
  • Modello A - Segnalazione certificata inizio/modifica attività (SCIA)
Allegati: 

Variazione dell'attività

Note: La copia dell'atto notarile va allegata alla documentazione in caso di subingresso per i casi previsti.
 
Modulo: 
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva
Allegati: 

Cessazione dell'attività

Modulo: 
  • Modello B - Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva

 

Data Aggiornamento: 
02/12/2012

© 2013 Comune di Gambolò - Realizzazione sito: Servizio Affari Generali
Mappa del Sito | Accesso Utente | Note Legali

Powered by