Vendita di cose antiche o usate

Definizione: 
Gli oggetti antichi hanno il pregio della rarità e un interesse storico o artistico.

Le cose usate si possono riutilizzare e possono essere utilizzate in maniera diversa rispetto all'uso originale.

Nel commercio di cose antiche e usate rientrano:

  • oggetti con valore storico (cioè con oltre 50 anni) o artistico, elencati nel Decreto Legislativo 22/01/2004, n. 42
  • oggetti senza valore storico (cioè con meno di 50 anni) o artistico
  • autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori usati

La vendita di cose antiche o usate può essere effettuata se il richiedente ha già avviato un'attività tra quelle elencate o deve avviarne una nuova. In funzione dell’attività svolta occorre possedere e autocertificare la documentazione necessaria.

  • Commercio su aree pubbliche: è necessario possedere l’autorizzazione per il commercio su aree pubbliche o aver presentato SCIA.
  • Commercio all'ingrosso: è necessario essere iscritti al Registro Imprese presso la Camera di Commercio.
  • Commercio per corrispondenza, tramite televisione o altri mezzi di comunicazione: è necessario possedere l’autorizzazione o presentare DIAP o SCIA per commercio elettronico o vendita per corrispondenza.
  • Commercio per la vendita a domicilio:  è necessario possedere l’autorizzazione o presentare DIAP o SCIA  per attività di vendita presso il domicilio del consumatore.
  • Commercio al minuto in sede fissa: è necessario possedere l’autorizzazione o presentare COM1, DIAP oSCIA per esercizio di vicinato o media struttura di vendita o grande struttura di vendita.

Solo per il commercio di preziosi e per l'usato di pregio è necessaria la licenza della Questura.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 
Per svolgere l'attività è necessario presentare SCIA per cose antiche usate come previsto dall'articolo 126 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" e dall'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241.

Requisiti soggettivi
Per svolgere l'attività è necessario possedere i requisiti previsti dalla normativa antimafia e i requisiti morali

Requisiti oggettivi
I locali dove si svolge l’attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con quella prevista dal piano urbanistico comunale.
Devono essere rispettate le norme e le prescrizioni specifiche dell’attività, per esempio quelle in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria.

Registro carico/scarico
Per svolgere l'attività è necessario possedere il registro di carico e scarico beni antichi e usati. Il registro potrà essere utilizzato solo ad avvenuta vidimazione dell'ufficio competente.
Se si vendono cose usate prive di valore o di valore esiguo non è obbligatorio possedere il registro.

Procedure: 

Apertura, Trasferimento o ampliamento dell'attività

Documentazione da presentare per l'inizio dell'attività, o per la modifica di sede, locali, ciclo produttivo, aspetti merceologici, ecc.

Note: 

L'autocertificazione dei requisiti morali di altri soggetti deve essere allegata alla documentazione se altri soggetti, oltre al richiedente, devono dichiarare di possedere i requisiti soggettivi morali.

Modulo: 
  • Cose antiche e usate, segnalazione certificata di inizio/modifica/variazione/cessazione attività
Allegati: 
  • Autocertificazione dei requisiti soggettivi morali
  • Planimetria dei locali destinati ad attività produttive

Variazione dell'attività

Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell'attività.

Note: 

L'autocertificazione dei requisiti morali di altri soggetti deve essere allegata alla documentazione se, oltre al richiedente, variano altri soggetti tenuti alla dichiarazione di possesso dei requisiti soggettivi morali.

La copia dell'atto notarile deve essere allegata alla documentazione nei casi previsti di subingresso.

Modulo: 
  • Cose antiche e usate, segnalazione certificata di inizio/modifica/variazione/cessazione attività
Allegati: 
  • Autocertificazione dei requisiti soggettivi morali
  • Copia dell'atto di cessione o dichiarazione notarile per subingresso nell'attività

Cessazione dell'attività

Documentazione da presentare per la cessazione dell'attività

Modulo: 
  • Cose antiche e usate, segnalazione certificata di inizio/modifica/variazione/cessazione attività

 

 

Data Aggiornamento: 
30/07/2014

© 2013 Comune di Gambolò - Realizzazione sito: Servizio Affari Generali
Mappa del Sito | Accesso Utente | Note Legali

Powered by